SCOPRIAMO LA STORIA DELLA TERZA PIAZZA PIU’ GRANDE D’ITALIA !!

PIAZZA  DEI MARTIRI

Di Carpi sono la piazza,

E tutta questa gente mi imbarazza.

Per la mia grandezza sono famosa,

Sul podio d’Italia sto in posa.

Quattro sono i miei punti cardinali,

Ero circondata da canali.

Palazzo Pio a est si impone,

E il portico ad ovest si contrappone,

A nord il duomo è stato riaperto,

Quanto sia bello è certo.

Ora proseguiamo

e tutti i miei particolari esploriamo !!!

PER APPROFONDIRE…

Piazza dei Martiri ricevette il nome odierno  solo dopo l’unità d’Italia, infatti era originariamente conosciuta come “Piazza Grande” o “Piazza”. Al giorno d’oggi è una delle piazze più grandi d’Italia con i suoi 17000 m2. È stata costruita nel Cinquecento per volere di Alberto III Pio, in epoca rinascimentale.  Piazza Martiri si caratterizza per la sua pianta rettangolare, è delimitata ad ovest dal Portico Lungo, ad est dal Palazzo Pio e a nord dal Duomo. A sud della piazza dei Martiri vi è corso Alberto Pio e il portico del Grano, nei pressi del quale si trova anche il Teatro Comunale.

Il portico lungo costeggia tutta la piazza con le sue 52 arcate. Guardando  in basso potrai notare, in corrispondenza dell’ingresso di Palazzo Pio, una grande conchiglia sul marmo rosa dove cammini: è un fossile che si chiama AMMONITE.

L’ammonite è la conchiglia fossile di molluschi estinti nei mari odierni dopo l’era mesozoica. Come mai si trova qui? Nel corso di migliaia di anni il mare si è ritirato e la conchiglia è rimasta incastonata all’interno della roccia, dalla quale venne poi estratto il marmo, che venne tagliato per produrre lastre, destinate alla costruzione di edifici storici. Alzando lo sguardo troverai affreschi, che decorano le volte del portico, utilizzati per indicare a chi appartenesse il palazzo situato in quel punto.